È vero che nell’Indonesia preistorica viveva una razza di hobbit?


È vero che nell’Indonesia preistorica viveva una razza di hobbit?

Hobbit in Indonesia, Homo floresiensis
È vero che nell’Indonesia preistorica viveva una razza di hobbit?

Forse no. Nel 2003 nella caverna di Liang Bua sull’isola di Flores, in Indonesia, vennero rinvenuti i resti di un individuo alto appena un metro. I manufatti che accompagnavano le ossa hanno permesso di datarle al periodo tra 94mila e 13mila anni prima di Cristo.

Gli studi sulle particolarità dello scheletro e del cranio hanno fatto concludere agli studiosi, nel 2004, che ci si trovava di fronte a una nuova specie umana, chiamata Homo floresiensis, caratterizzata da una statura minuta e da un cranio insolitamente piccolo. Per questo la presunta popolazione preistorica dell’isola è stata chiamata hobbit.



L’ipotesi era quella di trovarsi di fronte a un esito dell’evoluzione legata al fenomeno dell’insularità: sulle isole l’evoluzione ha favorito lo sviluppo di animali più piccoli rispetto alla terraferma (sulla stessa isola di Flores esisteva una popolazione di elefanti nani).

Homo floresiensis rappresenterebbe il primo caso di nanismo insulare relativo all’evoluzione umana. La decisione di aggiungerlo alle specie umane è stata ampiamente accolta dalla comunità scientifica internazionale, nonostante aspre critiche e controversie.

Adesso però una ricerca pubblicata lo scorso agosto sulla rivista scientifica Pnas ha rimesso tutto in discussione: un team internazionale di ricercatori guidato da Maciej Henneberg e Robert Eckhardt riesaminando i fossili della caverna di Liang Bua, tra i quali quelli dell'”hobbit“, ha evidenziato che i resti di vari individui solo quelli della donna in questione hanno caratteristiche significativamente insolite, e per di più i dati per la statura e la capacità cranica sarebbero stati sensibilmente sottostimati.

Secondo gli esperti le nuove misurazioni farebbero rientrare l’esemplare nel range di un individuo della nostra specie piccolo e con la sindrome di Down. Il cranio avrebbe anche asimmetrie facciali che si abbinano con la malattia. Quindi secondo questa nuova ricerca non sarebbe mai esistita una razza di hobbit sull’isola indonesiana di Flores

Hobbit Indonesia, ominide Indonesia, Homo floresiensis, Liang Bua, isola di Flores, hobbit in Indonesia, nanismo insulare, sindrome di Down.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Inline
Inline