Esiste veramente la manna biblica?


Esiste veramente la manna biblica?

Esiste davvero la manna biblica?
Esiste veramente la manna biblica?

Secondo il Libro dell’Esodo, nella Bibbia, quando gli ebrei in fuga dall’Egitto si avvicinarono al Monte Sinai, Dio provvide a fornire loro il cibo facendo discendere dal cielo la manna. Ognuno doveva raccoglierne il necessario per un giorno, poi il fenomeno si ripeteva. Nel Libro dell’Esodo la manna viene descritta sottile, bianca, a forma di fiocco come brina al suolo, e come la brina si scioglieva con il sole. Cruda aveva il sapore di pane impastato con il miele.



Secondo il Libro dei Numeri gli israeliti la macinavano e impastavano facendone focacce, che poi venivano cotte e avevano il sapore di pasta all’olio. Esiste davvero questa manna? Gli studiosi hanno provato a dare delle spiegazioni. I beduini del Sinai a inizio Novecento vendevano come manna la resina di tamerice, arbusto che anticamente era molto diffuso nella penisola. Essa è simile a cera, di colore giallo, è dolce e aromatica e si scioglie al sole.

È però composta prevalentemente da zuccheri, perciò ben difficile da panificare. Secondo alcuni ricercatori la manna coinciderebbe, invece, con la secrezione della cocciniglia (una famiglia di insetti che si nutrono di piante: nel caso della manna si tratterebbe della Trabutina mannipara, la cocciniglia della tamerice) rapidamente cristallizzata dal sole del deserto. In Medio Oriente questo è un cibo molto apprezzato e ricco di carboidrati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*