A quanto ammontano i danni della contraffazione del cibo made in Italy?

A quanto ammontano i danni della contraffazione del cibo made in Italy?


A quanto ammontano i danni della contraffazione del cibo made in Italy?

I danni della contraffazione del cibo italiano
A quanto ammontano i danni della contraffazione del cibo made in Italy?

Se il made in Italy piace nel mondo, quello che riguarda il cibo piace ancora di più. Ogni anno 1,2 miliardi di persone nel mondo comprano un prodotto italiano. Ma proprio per questo è il più contraffatto, con danni gravissimi alle aziende italiane ma anche all’immagine stessa del gusto italiano.

Secondo i dati di Federalimentare, l’export italiano di questo settore produce 27 miliardi di euro, ma la contraffazione raggiunge invece un valore di 60 miliardi di euro, circa la metà del fatturato totale prodotto dall’industria alimentare italiana.



Secondo i calcoli delle associazioni del comparto alimentare italiano, basterebbe raggiungere i 50 miliardi di export-per creare 100 mila nuovi posti di lavoro. Ma lo sviluppo è bloccato dalla concorrenza sleale che si esplicita in due modi principali. Il primo è quello della vera e propria contraffazione, prodotti falsi smerciati come alimenti italiani.

Ma particolarmente pesante è il fenomeno chiamato “Italian Sounding“, vale a dire l‘immissione sul mercato di prodotti che con il loro nome inducono a pensare di essere prodotti italiani di cui imitano il suono, o che comunque contengono un richiamo o una suggestione a una loro presunta italianità che invece non esiste.  

Si calcola che dal 2011 al 2010 questo fenomeno è aumentato del 180%.  Secondo il Centro Studi Federalimentare  contraffazione e italian sounding  sono ormai diffusi in tutto il mondo, ma un terzo del valore delle truffe si concentra in Nord america, dove le aziende italiane ci rimettono 27 miliardi di euro.

Secondo la stessa fonte, negli Stati Uniti solo un prodotto alimentare su 8 di quelli venduti come made in Italy è realmente italiano;  sono imitazioni 97% di sughi per pasta, il 94% delle Conserve sottolio e sottaceto, il 76% dei pomodori in scatola, il 15% di formaggi.  

In Europa il giro di Affari di imitazioni contraffazione del made in Italy alimentare raggiunge 22 miliardi di euro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*