Cosa differenzia i formaggi magri da quelli grassi?


Cosa differenzia i formaggi magri da quelli grassi?

Differenza fra formaggi grassi e formaggi magri
Cosa differenzia i formaggi magri da quelli grassi?




Tutti i formaggi contengono grasso. La quantità di grasso al loro interno permette di dividerli in categorie commerciali che ne sottolineano la maggiore o minore presenza di lipidi, ma non la loro assenza. Secondo la legge comunitaria numero 142 del 19 febbraio 1992 sono formaggi “leggeri” quelli in cui la percentuale di grasso è compresa tra il 20 e il 35 per cento; sono invece “formaggi magri” quelli in cui tale percentuale è inferiore al 20.1 calcoli sono fatti sulla sostanza secca, priva di acqua.

Questo vuoi dire che alcuni formaggi tecnicamente rientrano nella categoria dei grassi anche se non lo pensiamo: per esempio la mozzarella. In realtà i formaggi magri non sono moltissimi, perché di fatto produrre un formaggio vuol dire concentrare i grassi del latte. Alcuni formaggi diventano magri perché sottoposti a successive scremature. Quelli davvero più leggeri sono prodotti dal siero di latte, come la ricotta e i fiocchi di latte, che in realtà sono latticini e non formaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*