È possibile correre sull’acqua?


È possibile correre sull’acqua?

Correre sull'acqua.
È possibile correre sull’acqua?




Sì, ma con un trucco. Chi pratica lo Shuishangpiao, un’antica arte marziale cinese, in realtà appoggia i piedi su sottili pannelli di legno compensato, che galleggiando a pelo d’acqua impediscono lo sprofondamento… a patto che vi si corra sopra a gran velocità e a piccoli passi. Anche se non si tratta di una pratica miracolosa, richiede un grande allenamento: per rimanere a galla e non perdere stabilità occorrono una capacità di concentrazione e un senso dell’equilibrio fuori dal comune.

Shi Liliang, monaco buddista cinese, il 29 agosto 2015 ha corso sull’acqua per 125 metri, su 200 tavole di legno, battendo il record mondiale di 120 metri che lui stesso aveva conquistato. È membro del tempio Shaolin di Quanzhou, nella provincia di Fujian (Cina). Qui i monaci si addestrano a prove fisiche molto impegnative per andare oltre i propri limiti e dimostrare che ciò che si può fare con il corpo dipende soprattutto dalla concentrazione mentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*