Perché per votare non possiamo usare la nostra matita?


Perché per votare non possiamo usare la nostra matita?

Matita e voto
Perché per votare non possiamo usare la nostra matita?

Il segno che lascia sulla scheda la matita che ci danno quando entriamo in un seggio per votare non è cancellabile. Questa speciale matita copiativa, infatti, ha una mina composta da grafite, ma anche da un colorante derivato dall’anilina e da un collante.



Per poter eliminare la scritta bisognerebbe abraderla, quindi la manomissione sarebbe visibile. Votare con la penna rischierebbe poi di rendere riconoscibile il voto: il segno della biro è più pesante e potrebbe vedersi  all’esterno del foglio, violando il segreto dell’urna.

In tutta Italia si usa lo stesso tipo di matita, che di fatto è proprietà dello Stato (portarla via può costare caro: la multa va da 103 a 309 euro). La prima volta che fu usata nel nostro Paese risale al referendum tra monarchia e repubblica del 1946.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*