Come evitare l’attacco di uno squalo?


Come evitare l’attacco di uno squalo?

Regole per evitare gli squali
Come evitare l’attacco di uno squalo?

Osservando alcune semplici regole: il biologo George Burgess, curatore dei dati relativi agli attacchi di squali del mondo al Museo di storia naturale della Florida, ne ha stilate alcune. Primo, evitare di nuotare accanto ai banchi di pesci: dove sono loro, ci sono anche predatori.



Alla larga quindi dai pescherecci, che segnalano aree pescose, e dalle zone in cui gli uccelli si tuffano. Poi, rifuggire i canali profondi: è qui che si riuniscono le prede più ambite dai pescecani. Ancora: non tuffarsi in acque torbide e non nuotare all’alba o al tramonto: è più probabile che gli squali si nutrano vicino alla riva.

Infine, evitare di indossare gioielli: brillano come squame. In ogni caso, evitati gli squali, è bene stare attenti anche alle meduse, ben più pericolose. In media, si verificano 6 vittime di squali ogni anno; nello stesso periodo, nelle sole Filippine, gli attacchi mortali delle meduse sono circa 30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*