La tecnologia aiuta il risultato scolastico?


La tecnologia aiuta il risultato scolastico?

La tecnologia aiuta il risultato scolastico?
La tecnologia aiuta il risultato scolastico?




Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, non è sempre così. È quanto emerge dal rapporto Ocse Students, Computers and Learnin Making The Connection basato sui dati dell’indagine “Pisa 2012” effettuata attraverso numerosi test tra gli studenti mondiali. I risultati hanno rivelato che, nei Paesi dove si usa solo moderatamente Internet a scuola, si tende a imparare più che negli altri. Per contro, in quelli dove invece lo si usa in abbondanza, come in Australia, Gran Bretagna e in generale nei Paesi nordici, gli studenti sono risultati addirittura peggiori, soprattutto per quello che riguarda la matematica, le scienze e la lettura.

Gli Italiani si classificano tra i migliori studenti proprio perché, secondo Ocse, da noi l’utilizzo del computer in classe è recente, e non troppo radicato: consiste in una media di soli 19 minuti al giorno per studente. Tuttavia, i nostri software educativi sono ancora di basso livello, e ai ragazzi non vengono insegnati i parametri per orientarsi nell’immensità del Web quando devono realizzare una ricerca scolastica, cosa che li mette in difficoltà. Per questo Ocse chiede alle scuole di insegnare il corretto e più efficace utilizzo di Internet, perché esserne provvisti non basta a migliorare l’apprendimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*