Come salvare i libri danneggiati dall’acqua?


Come salvare i libri danneggiati dall’acqua?

Come asciugare i libri bagnati?
Come salvare i libri danneggiati dall’acqua?




Libri, giornali, spartiti, riviste, documenti. Tutti finiti sott’acqua. Può succedere dopo un’alluvione o “catasrofi” casalinghe come allagamenti, rottura tubi o persino bicchieri d’acqua rovesciati accidentalmente. Cosa fare? Innanzitutto evitare azioni frettolose che peggiorerebbero le cose, come stirare i fogli, asciugarli al sole o sul termosifone. Meglio altre soluzioni.

Per prima cosa, un metodo utilizzato dai restauratori professionisti è congelare i documenti ancora bagnati. Se si è in casa basta infilarli in una busta di plastica per alimenti dentro un freezer “no frost”. Il congelamento non asciuga la carta ma ferma l’emorragia di inchiostro ed impedisce la crescita di muffe. Secondo: una volta tolti dal freezer, bisogna scongelarli gradualmente in un ambiente ventilato, quindi lasciarli assorbire l’umidità in eccesso.

Il miglior modo è interporre tra le pagine fogli di carta assorbente da cucina (la superficie porosa favorisce la circolazione d’aria) sostituendoli di tanto in tanto. L’ultimo passaggio è la “pressatura”: è facile che, asciugandosi, i documenti si curvino. Per evitarlo, basta mettere sopra un peso consistente, per esempio un grosso volume, per alcuni giorni. E lo “spiegazzamento” è scongiurato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*