Perché il cibo immerso nell’olio bollente frigge?


Perché il cibo immerso nell’olio bollente frigge?

Perché il cibo frigge nell'olio bollente?
Perché il cibo immerso nell’olio bollente frigge?




Per un principio fisico elementare: l’acqua bolle a 100 °C; l’olio, a seconda della tipologia, a una temperatura decisamente superiore (dai 190 °C in su). A contatto con l’olio bollente, l’acqua contenuta negli alimenti si trasforma repentinamente in vapore, passando dallo stato liquido a quello gassoso: si formano in tal modo una moltitudine di piccolissime bollicine di vapore, che si sprigionano istantaneamente dalla superficie del cibo e che, nell’atto di rompersi per la differenza di pressione, generano il caratteristico crepitio dello sfrigolamento. Ed è questo stesso vapore a creare una sorta di barriera tra l’alimento e il grasso, evitando, se la frittura è fatta correttamente, che il cibo si impregni di olio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*