I selfie possono essere pericolosi?


I selfie possono essere pericolosi?

Selfie mortali
I selfie possono essere pericolosi?

Gli autoscatti di tendenza hanno mietuto nei primi nove mesi del 2015 più vittime dei famelici squali. Dal gennaio di quest’anno, rispetto alle “appena” 8 vittime degli squali, sono ben 12 le persone decedute nell’atto di scattarsi una foto, spinte dalla voglia di mettersi in mostra e di condividere con i propri contatti esperienze sempre più estreme e pericolose.



Se manca ancora all’appello una vittima di selfie con lo squalo, le cronache raccontano morti altrettanto assurde, come quella della coppia di russi saltata in aria nel tentativo di fotografarsi con in mano una granata senza spoletta, o del ragazzo che ambiva all’autoscatto mentre era in fuga da una mandria imbizzarrita di tori.

I selfie più pericolosi restano però quelli a rischio di caduta, realizzati da scogli o edifici molto alti (l’ultimo caso in ordine di tempo ha riguardato un turista giapponese di 66 anni precipitato dal Taj Mahal, seguiti da quelli realizzati alla guida e, infine, dagli scatti con animali selvatici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*