Perché ci tocchiamo dove sentiamo dolore?


Perché ci tocchiamo dove sentiamo dolore?

Perché quando sentiamo dolore tocchiamo la parte dolorante?
Perché ci tocchiamo dove sentiamo dolore?




Toccarci nel punto in cui sentiamo dolore è un’azione istintiva, motivata dal fatto che questo gesto allevia sensibilmente il fastidio. Toccando la parte del corpo dolorante, magari dopo aver subito un trauma, trasmettiamo infatti dei segnali al cervello, che così può procedere a una sorta di “mappatura” della zona interessata, attenuando nel far ciò la sensazione di dolore. Ad accertarlo è stato uno studio dell’University College di Londra, secondo cui i livelli di dolore acuto dipendono non solo dai segnali inviati dalla zona traumatizzata al cervello, ma anche da come la mente stessa li gestisce.

Per giungere a queste conclusioni, è stato chiesto a un gruppo di volontari di bagnare tre dita in acqua a diverse temperature, di modo che quando un dito sfiorasse l’acqua più calda questo producesse una sensazione dolorosa. Il male avvertito diminuiva di ben il 64% non appena le parti doloranti di una mano venivano toccate dall’altra. Sorprendentemente, però, gli studiosi hanno anche accertato che questo antidolorifico naturale non funziona se è un estraneo a toccarci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*