Cos’è stato lo sciopero delle lancette?


Cos’è stato lo sciopero delle lancette?

Lo sciopero delle lancette
Cos’è stato lo sciopero delle lancette?




Lo sciopero delle lancette fu una turbolenta protesta sindacale scoppiata nel pieno del cosiddetto “biennio rosso”, periodo compreso tra il 1919 e 1920 e segnato da violente lotte operarie e contadine, concentrate nel centro-nord Italia. Il 22 marzo 1920 gli operai metalmeccanici degli stabilimenti torinesi della Fiat incrociarono le braccia, adducendo come ragione l’introduzione dell’ora legale (decisa da poco dal governo), che in primavera e in estate li obbligava a entrare in fabbrica prima del sorgere del sole.

Spostate indietro le lancette degli orologi delle fabbriche (da qui il nome della protesta), gli operai iniziarono uno sciopero che durò più di 15 giorni, estendendosi a macchia d’olio in tutto il Piemonte. Nonostante l’immensa mobilitazione, la protesta si concluse però con un fallimento. Spinta dalle Commissioni interne (organismi rappresentativi delle fabbriche, i cui componenti furono subito dopo licenziati), questa fu infatti avversata dal Partito socialista italiano (Psi) e dall’allora Confederazione generale del lavoro (Cgdl).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*