Le otturazioni in amalgama sono pericolose?


Le otturazioni in amalgama sono pericolose?

L'amalgama è tossica?
Le otturazioni in amalgama sono pericolose?

Le otturazioni in amalgama, pratica usata in odontoiatria negli anni passati, contengono mercurio (intorno al 50 per cento) e altri metalli che oggi sono considerati non salutari. Nel XIX secolo l’amalgama divenne il più comune materiale per le otturazioni grazie alla sua duttilità e al suo basso costo. Ma oggi si è scoperto che il mercurio è tossico e influisce negativamente sul sistema immunitario.

Nel 1991 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha documentato come le otturazioni in amalgama rappresentino la prima fonte di mercurio nell’organismo, perché esso è in grado di fuoriuscire dall’amalgama. Nel 2011 il Consiglio d’Europa ha approvato un piano per proibire la realizzazione di otturazioni dentali con il mercurio odontoiatrico. Ma per rendere efficace questa disposizione occorrono alcuni anni durante i quali deve essere recepita dalle legislazioni dei singoli Paesi dell’Unione europea.



Anche le Nazioni Unite si sono mosse nella stessa direzione inserendo nel 2011 l’amalgama in una lista di materiali da mettere al bando. In diversi Paesi nordeuropei si è già proceduto a campagne di incentivazione per la sostituzione delle otturazioni in amalgama. Si tratta però di tutte indicazioni per vietare l’uso futuro dell’amalgama, mentre non c’è obbligo di sostituire le otturazioni esistenti, anche perché la rimozione comporta un rischio di fuoriuscita del mercurio e comunque non c’è accordo sul livello della reale pericolosità delle vecchie otturazioni al di là del rischio potenziale. Al contrario gli studiosi anche più critici concordano che la presenza di amalgama nei denti non possa essere tale da causare una vera intossicazione acuta da mercurio, ma solo eventuali effetti minori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*