Si possono mangiare i serpenti velenosi?


Si possono mangiare i serpenti velenosi?

Il serpente giarrettiere, uno dei serpenti non commestibili
Si possono mangiare i serpenti velenosi?

Sì, purché non ci siano lacerazioni all’interno della bocca, della gola o dello stomaco. Il nostro apparato digerente metabolizza il veleno dei rettili, degradandolo rapidamente. Il loro veleno, infatti, per noi è letale solo se assorbito o iniettato direttamente nel sistema circolatorio. Ci sono però eccezioni, come il serpente giarrettiera: è innocuo per il morso, ma non è commestibile perché il suo corpo immagazzina le tossine delle prede di cui si ciba (tritoni e salamandre).



In ogni caso, volendo proprio mangiare un serpente, per stare un po’ più sicuri bisognerebbe eliminarne la testa, tagliando qualche centimetro sotto di essa, visto che le ghiandole velenifere si trovano di solito dietro gli occhi, ma a volte si estendono leggermente nel collo. La carne di serpente, comunque, è relativamente povera di grassi e ricca di proteine: alcuni popoli (i cinesi in particolare) la considerano una prelibatezza alimentare. Tuttavia, come qualsiasi tipo di carne, deve essere preparata con cura per assicurarsi che non causi intossicazioni alimentari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*