Com’è nato il Palazzo d’Estate?


Com’è nato il Palazzo d’Estate?

Il Palazzo d'Estate, Pechino
Com’è nato il Palazzo d’Estate?

Fu l’imperatore Qianlong nel 1750 a dare inizio alla realizzazione del Palazzo d’Estate di Pechino, con il suo vasto parco: voleva in questo
modo riprodurre e sintetizzare alcune delle maggiori bellezze della Cina dell’epoca. Così uno stagno fu artificialmente ampliato per creare il lago
Kunming, che doveva riprodurre il famoso lago di Hangzhou. Infatti per tre quarti la superficie di 2,9 km² del parco è costituita d’acqua.



Nel restante terreno sono stati realizzati numerosi edifici, in una grande varietà di stili perché l’intenzione era quella di riprodurre lo stile architettonico di diversi palazzi sparsi per tutta la Cina. Il complesso è noto anche per i suoi giardini. Inizialmente era stato chiamato “Giardino dei chiari gorgoglii”, mentre dal 1888 il suo nome ufficiale è diventato “Giardino dell’armonia educata” (in cinese Yíhé Yuán).

Nei decenni ha subito alcune ristrutturazioni consistenti, e l’imperatrice Cixi – che d’estate vi risiedeva – arrivò a utilizzare per abbellirlo i fondi destinati alla flotta. Dal 1998 è Patrimonio dell’Umanità Unesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*