Le piante possono scottarsi?


Le piante possono scottarsi?

Le piante si scottano?
Le piante possono scottarsi?

Sì, e per evitarlo producono delle sostanze chimiche che le difendono. Le piante sfruttano infatti la luce del sole, ma al tempo stesso devono proteggersi dagli effetti negativi delle sue radiazioni, proprio come fa l’uomo.



Per questo motivo si sono evolute in modo da bloccare la parte pericolosa dei raggi ultravioletti (principalmente UVB) e lasciar passare quella componente necessaria per la fotosintesi. Il processo che porta alla fabbricazione di una sorta di “crema solare” è avviato da un fotorecettore chiamato UVR8, che non svolge alcuna funzione in assenza di luce, mentre si attiva in caso contrario. In questa fase si sposta nel nucleo della cellula, dove avvengono una serie di reazioni biochimiche ancora da chiarire nel dettaglio.

I ricercatori, però, hanno individuato un enzima, chiamato COP1, che permette proprio l’ingresso di UVR8 nel nucleo. La presenza delle due proteine fa partire la sintesi dei fenoli sulle foglie che sono in grado di filtrare la componente nociva dei raggi ultravioletti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*