Quando è nata la forchetta?


Quando è nata la forchetta?

Le origini della forchetta
Quando è nata la forchetta?

La diffusione di questa posata, la cui origine non è chiara, non fu semplice e uniforme. Compare nelle corti europee soltanto tra il XV e il XVI secolo, perché prima di allora era consuetudine mangiare principalmente con le mani. In Italia si può riscontrare un suo uso comune dal XV secolo, presumibilmente prima che in ogni altro paese dell’Europa. Da Firenze, attraverso Caterina de’ Medici (1519-1589), moglie di Enrico II (1519-1559), il particolare utensile fu introdotto in Francia, ma non fu sempre benvisto.



Luigi XIV (1638-1715), per esempio, preferiva usare le mani per mangiare e decise di adottare la forchetta nei pranzi ufficiali solo quando la sua corte si trasferì a Versailles, nel 1684. Nel Regno Unito l’oggetto rimase sconosciuto fino al XVII secolo: nel 1611 uno scrittore inglese, Thomas Coryat (1577-1617), scoprì la sua esistenza dopo un soggiorno in Italia e ne rimase così colpito che, tornato in patria, cercò di introdurla in Inghilterra, meritandosi il soprannome di “Fork“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*