Perché i nazisti non invasero la Svizzera?


Perché i nazisti non invasero la Svizzera?

Il Ridotto Nazionale il Svizzera
Perché i nazisti non invasero la Svizzera?




Hitler definì la Svizzera “un piccolo porcospino” su cui non conveniva mettere le mani. I motivi erano essenzialmente due. Primo: dopo le sconfitte di El Alamein (1942) e Stalingrado (1943) non era conveniente allontanare le truppe dai fronti “caldi”. Secondo: gli svizzeri, se invasi, avrebbero quasi sicuramente resistito nel Ridotto Nazionale, una grande zona montuosa e fortificata dove avevano mimetizzato bunker in valli e gole, depositando esplosivo nelle gallerie e sotto i ponti che, in caso di attacco, potevano essere fatti saltare.

La neutralità armata risultò insomma per loro la carta vincente. E giovò a tutti. Ginevra è la casa madre della Croce Rossa internazionale erano utili per garantire il migliore trattamento possibile ai prigionieri di guerra e, eventualmente, il loro scambio. Mentre nelle banche di Zurigo era possibile fare operazioni commerciali e finanziarie altrove impossibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*