L’auto elettrica è davvero ecologica?


L’auto elettrica è davvero ecologica?

Auto elettriche e ecologia
L’auto elettrica è davvero ecologica?

Ci sono opinioni contrastanti in merito, soprattutto per quanto riguarda il costo, in termini ambientali, della produzione e dello smaltimento di auto e batterie. Infatti, le auto elettriche producono zero emissioni nonché meno rumore delle auto tradizionali, ma, per realizzarle, richiedono procedimenti non meno impattanti dell’estrazione del petrolio. Tant’è che la Cina non le produrrà più.



Secondo gli scienziati cinesi, infatti, la produzione delle batterie dei veicoli ecologici sarebbe una delle cause principali della pioggia acida sul Paese dato che, proprio qui, si estrae buona parte del fabbisogno mondiale di grafite, il minerale necessario alla realizzazione delle batterie (50 chilogrammi ad auto) e dei cellulari.

Il procedimento di estrazione (in cui si usa il pericoloso acido cloridrico) e la successiva prima lavorazione della grafite avrebbero, dunque, causato l’inquinamento dell’aria, dell’acqua e delle coltivazioni costringendo il governo cinese a correre ai ripari e a chiudere numerose miniere. Inoltre, nel concetto di “mezzo più ecologico” va considerata la provenienza dell’energia elettrica utilizzata per ricaricare le batterie. Secondo un nuovo studio realizzato da Shrink That Footprint, le emissioni indirette di carbonio delle auto elettriche sono quattro volte maggiori laddove l’energia viene prodotta dal carbone, rispetto ai Paesi dove si usano minori quantitativi di fonti fossili.

L’India, per esempio, ancora molto legata al carbone, produce per alimentare le auto elettriche circa 370 grammi di anidride carbonica per chilometro contro i 130 dell’Italia e i 70 del Paraguay che sfrutta principalmente l’energia idroelettrica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Inline
Inline