È possibile non riconoscere i volti delle persone?


È possibile non riconoscere i volti delle persone?

La prosopagnosia, l'incapacità di riconoscere i volti
È possibile non riconoscere i volti delle persone?




Sì, può accadere e questo disturbo si chiama prosopagnosia. Il nome, coniato per la prima volta nel 1947 dal neurologo tedesco Joachim Bodamer, deriva dai termini greci prosopon, faccia, e agnosia, ignoranza. Gli individui che hanno questa disfunzione sono incapaci di memorizzare i volti, al punto che, nei casi più gravi, fanno fatica persino a conoscere coloro che amano o che vedono più spesso. La prosopagnosia colpisce circa il 2 per cento della popolazione mondiale.

Tra i personaggi più noti che hanno confessato di avere a che fare con questa patologia, ci sono il neurologo Oliver Sacks, l’etologa Jane Goodall e lo scrittore napoletano Luciano de Crescenzo, solo per fare degli esempi. Le cause non sono ancora dei tutto certe. Si tratta probabilmente di un danno a carico del sistema nervoso centrale che può essere congenito, quindi presente dalla nascita, o acquisito, a seguito di ictus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Inline
Inline