Esistono pneumatici ecologici?


Esistono pneumatici ecologici?

Pneumatici ecologici, Taraxagum
Esistono pneumatici ecologici?

I pneumatici sono normalmente realizzati con elastomeri, sostanze naturali o sintetiche tipo caucciù o gomma naturale che hanno la proprietà di deformarsi sotto sforzo e poi riassumere la forma originale.

Vengono prodotti con lo scopo , ere la maggior durata possibile e sono poco degradabili, per questo gli pneumatici fuori uso (PFU) rappresentano un grande problema dal punto di vista dello smaltimento.



Pneumatici leggermente più ecologici sono quelli “ricostruiti”, cioè copertoni vecchi il cui battistrada usurato è stato asportato e sostituito con materiale nuovo, corrispondente all’originale. Recentemente, però, alcuni progetti innovativi stanno mettendo a punto pneumatici prodotti con nuovi materiali che permetterebbero maggiore sostenibilità e indipendenza dalle materie prime tradizionali.

Tra questi lo pneumatico in gomma di tarassaco, una pianta erbacea molto comune, che nel 2014 ha vinto il premio GreenTec Award, prestigioso riconoscimento in materia di ambiente ed economia, per la categoria Automobility. Al momento questi pneumatici, battezzati Taraxagum, vengono testati sui circuiti di prova del Contidrom, vicino ad Hannover e ad Arvidsjaur, in Svezia.

Un’azienda statunitense, invece, ha ideato pneumatici composti da una miscela di lolla di riso che è un materiale di scarto della produzione del riso alimentare e che, di solito, viene utilizzata per la produzione di concimi, lettiere per animali e combustibile. I ricercatori sono riusciti a ottenere il silicio da questo prodotto vegetale e realizzare con esso pneumatici ecologici che saranno messi sul mercato nel 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Inline
Inline