Il polistirolo è un materiale pericoloso per l’ambiente?


Il polistirolo è un materiale pericoloso per l’ambiente?

La pericolosità del polistirolo
Il polistirolo è un materiale pericoloso per l’ambiente?

Bianco, leggero, pratico e resistente a molti agenti corrosivi, il polistirene espanso; meglio noto come polistirolo, è un materiale comunissimo per l’imballaggio di’ prodotti alimentari e, in particolare, della ristorazione take-away, ma, derivando da un idrocarburo aromatico, e quindi dal petrolio, non è certo un prodotto ecologico.



Anzi, questo materiale impiega circa 1000 anni a degradarsi nell’ambiente e tende a sfaldarsi in leggerissime micro palline che vengono trasportate da acque e venti ovunque. Inoltre nel 2011 il Dipartimento della Sanità americano ha ufficialmente riconosciuto lo stirene, di cui il polistirolo è un polimero, come cancerogeno e ha classificato i prodotti di polistirolo come “non riciclabili“.

Proprio per questo la città di New York, come già un qualche anno fa fece lo stato della California, l’ha messo al bando. Il provvedimento riguarderà soprattutto mense e punti ristoro che avranno sei mesi di tempo per sostituire il polistirolo con contenitori riciclabili o riutilizzabili. Questo provvedimento, secondo il sindaco della città, si tradurrà in quasi 30mila tonnellate di rifiuti di polistirolo da smaltire.

Nel frattempo, sempre in America, è stato brevettato un prodotto biologico al 100 per cento che potrebbe sostituire il polistirolo. Si tratta di un composto organico di scarti agricoli, come steli di piante e bucce di semi, trasformati, in pochi giorni, da un fungo che agisce come un collante naturale senza alcun intervento di acqua né di luce né di additivi chimici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Inline
Inline