Le mosche vedono a rallentatore?


Le mosche vedono a rallentatore?

Gli occhi e il cervello delle mosche
Le mosche vedono a rallentatore?

Cercare  di scacciare una mosca è un’impresa complicata: essa continua a ronzarci attorno. Il motivo? Una prontezza di riflessi superiore a quella umana. Uno studio sulla biomeccanica del volo dei moscerini della frutta (Drosophila melanogaster), condotto presso il California Institute of Technology (Stati Uniti), ha scoperto che la velocità d’azione di questi insetti (che hanno campo visivo di quasi 360°) è quasi contemporanea al pensiero: calcolano da dove proviene la minaccia e studiano la fuga in appena 100 millisecondi.



Il risultato suggerisce che nel loro cervello esista una mappa specializzata nel valutare la posizione di una minaccia. Allo stesso modo, il cervello delle mosche riuscirebbe a elaborare le informazioni visive e quelle motorie a una velocità da renderle quasi inafferrabili. Per catturarle c’è una soluzione: far scivolare lentamente dietro una mosca e mirare alla traiettoria che si ritiene più probabile quando inizierà a volare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Inline
Inline