Le eclissi sono visibili anche sugli altri pianeti?


Le eclissi sono visibili anche sugli altri pianeti?

La visibilità delle eclissi sugli altri pianeti
Le eclissi sono visibili anche sugli altri pianeti?

Sì, Anche se non su tutti. Perché si verifichi un’eclissi è necessaria la presenza di una luna (cioè un satellite naturale) che si interponga tra il Sole e la superficie di un pianeta. Questo esclude Mercurio e Venere, che non hanno satelliti naturali.

Gli altri fattori che concorrono a un’eclissi di Sole sono le dimensioni della luna e la sua distanza dal proprio pianeta, oltre al piano sul quale si svolge il moto della luna rispetto a quello sul quale il pianeta orbita attorno al Sole: questi fattori geometrici determinano se l’eclissi può avvenire e, nel caso, se è parziale o può essere anche totale.



Per esempio, i due satelliti di Marte, Deimos e Phobos, sono troppo piccoli per oscurare completamente il disco del Sole. Saturno e Giove, invece, hanno molte lune di dimensioni importanti e le eclissi sono molto comuni, in particolare, su Giove perché le sue lune più grandi, cioè Io, Europa, Ganimede e Callisto (i satelliti galileiani) e Amaltea orbitano praticamente sullo stesso piano dell’eclittica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Inline
Inline