Il cervello degli astronauti cambia nello spazio?


Il cervello degli astronauti cambia nello spazio?

Il cervello degli astronauti
Il cervello degli astronauti cambia nello spazio?

Il volume della materia grigia, in alcune zone cerebrali, può aumentare o diminuire. È quanto emerge da uno studio di ricercatori dell’Università del Michigan, negli Stati Uniti, condotto su 26 astronauti con risonanze magnetiche effettuate sul loro cervello prima e dopo le missioni spaziali.



Sono stati analizzati gli esami fatti su 12 astronauti che hanno trascorso due settimane nello spazio e su 14 che hanno passato sei mesi sulla Stazione spaziale internazionale (Iss).  In tutti i casi si è notata una diminuzione di materia grigia in diverse parti del cervello: una variazione che, secondo gli scienziati, dipenderebbe dalla redistribuzione del liquido cerebrospinale in assenza di gravità.

Ma si è visto anche un aumento di volume della materia grigia nelle regioni che controllano il movimento delle gambe, probabilmente perché nello spazio gli astronauti sono impegnati nell’imparare a muoversi in condizioni completamente differenti da quelle terrestri. I cambiamenti erano più evidenti nelle persone rimaste a lungo sulla Iss.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Inline
Inline