Come fanno le farfalle maschio a identificare le femmine?


Come fanno le farfalle maschio a identificare le femmine?

Come si identificano le farfalle
Come fanno le farfalle maschio a identificare le femmine?

Grazie ai feromoni, sostanze biochimiche prodotte in molti organismi viventi dalle ghiandole esocrine (che riversano la sostanza prodotta all’esterno). Prodotti a basse concentrazioni, pochi milligrammi per volta, i feromoni permettono agli animali di inviare diversi segnali chimici; agli individui della propria specie o di altre e, nel caso degli insetti, persino alle piante.



I feromoni sessuali sono quelli, come di dice il nome, generati per attirare il partner e nelle farfalle sono particolarmente efficaci. stato dimostrato, infatti, che il maschio è in grado di percepire i feromoni prodotti dalla femmina anche a chilometri di distanza riuscendo così a raggiungerla e a riprodursi, dopo aver a sua volta prodotto in risposta feromoni “afrodisiaci”.

Le farfalle “sentono gli odori” attraverso le sensibilissime antenne e tra le specie con il “fiuto” più fine ci sono i saturnidi, una famiglia di lepidotteri di cui fa parte anche la saturnia del pero (Saturnia pyri) considerata la più grande farfalla europea. Il maschio di questa specie ha le antenne pettiniformi, contrariamente alla femmina che le ha filiformi, con le quali capta i feromoni sessuali femminili anche a 2 chilometri di distanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Inline
Inline