Quanto cibo si spreca al mondo?


Quanto cibo si spreca al mondo?

Cibo sprecato all'anno
Quanto cibo si spreca al mondo?

Almeno un terzo delle risorse alimentari destinate al consumo umano non viene mangiato. Si tratta di una perdita complessiva pari a 1,3 miliardi di tonnellate di cibo, una quantità più che sufficiente per nutrire quattro volte tutti coloro che soffrono la fame nel mondo.

Secondo uno studio della FAO, l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, il 54 per cento degli sprechi alimentari si verificano”a monte”, ancora prima che gli alimenti arrivino sulla tavola, lungo la filiera agroalimentare, nelle fasi di semina, coltivazione, raccolta, trattamento, conservazione e prima trasformazione agricola. il 46 per cento avviene invece “a valle” nelle fasi di trasformazione industriale,distribuzione e consumo.

Nei Paesi industrializzati vengono gettate 222 milioni di tonnellate di cibo ogni anno. L’Italia butta nella spazzatura 8,8 milioni di tonnellate l’anno, che corrispondono a 27 chili di alimenti a testa.



Secondo l’Osservatorio sugli sprechi, a livello domestico nel nostro Paese si buttano mediamente il 17 per cento dei prodotti ortofrutticoli acquistati, il 15 per cento del pesce, il 28 per cento di pasta e pane, il 29 per cento delle uova, il 30 per cento della carne e il 32 per cento dei latticini.

Per quanto poi sia difficile da calcolare con precisione, in linea di massima le diverse ricerche concordano sull’affermazione generale che al mondo si produce più cibo di quanto ne sarebbe sufficiente per sfamare tutti gli abitanti del Pianeta.

Lo spreco di cibo ha anche altri effetti collaterali negativi. Per esempio la FAO ha evidenziato che gli alimenti non consumati viene sperperato un volume d’acqua pari al flusso annuo del Fiume Volga. Inoltre vengono utilizzati invano 1,4 miliardi di ettari di terreno, un terzo della superficie agricola mondiale.

E vengono emesse 3,3 miliardi di tonnellate di gas serra che incidono molto pesantemente sull’inquinamento dell’aria. Nello stesso rapporto è stato calcolato che questo spreco, senza considerare i prodotti del mare , ha un valore economico di circa 750 miliardi di dollari l’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*