Che cosa sono i fuochi di Sant’Elmo?


Che cosa sono i fuochi di Sant’Elmo?

Il fuoco di Sant'Elmo
Che cosa sono i fuochi di Sant’Elmo?

Sono lampi di colore bluastro che si creano prima dell’arrivo di un forte temporale quando le molecole di ossigeno e azoto presenti nell’aria si ionizzano, cioè si caricano per il forte campo elettrico nell’atmosfera, e poi si scaricano su strutture alte e appuntite come antenne, guglie,ciminiere, alberi maestri delle navi e persino fra le corna degli animali.



Durano pochi secondi e si chiamano così perché si racconta che nel 300 d.C. il corpo del vescovo Erasmo, condannato a bruciare vivo dall’imperatore Diocleziano nel periodo delle persecuzioni contro i cristiani, durante il rogo avrebbe emanato una luce azzurrognola.

Secondo alcuni era la sua anima che saliva al Cielo. Per questo divenne il Santo patrono dei naviganti che quando vedevano apparire i bagliori ritenevano fossero segnali inviati da lui per avvisarli in tempo dell’arrivo della tempesta.

Sant’Elmo, fuoco di Sant’Elmo, Sant’Elmo fuochi, Sant’Elmo storia, Sant’Elmo santo, i fuochi di Sant’Elmo, lampi blu, lampo blu, fuoco di Sant’Elmo, Erasmo di Formia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Inline
Inline