L’arte non serve a niente?


L’arte non serve a niente?

I piaceri dell'arte, a cosa serve l'arte
L’arte non serve a niente?

No, senza arte si vivrebbe peggio,perché ammirare un’opera accende i “circuiti del piacere”, generando nel cervello le stesse reazioni che proviamo guardando chi amiamo…o mangiando un pezzo di cioccolato!

Lo afferma Semir Zeki, docente di neurobiologia all’ University College di Londra, che ha analizzato che cosa succede a livello cerebrale quando osserviamo un dipinto, utilizzando una tecnica detta MRI  (imaging a risonanza magnetica).



Alle persone coinvolte nella ricerca sono state mostrate opere di Guido Reni, John Constable, Leonardo da Vinci, Paul Cézanne, Monet e altri. Requisito fondamentale per i partecipanti al test era una conoscenza artistica minima,perché il giudizio sull’opera non fosse influenzato dai gusti del momento o dalla fama dell’ artista.

I dipinti venivano mostrati per 10 secondi: la reazione cerebrale era immediata e soprattutto piacevole in modo proporzionato alla bellezza che il soggetto percepiva nell’opera.

Arte, l’arte serve, l’arte non serve, arte e cervello, effetti arte, effetti arte cervello, l’arte fa bene, a cosa serve l’arte, MRI, imaging a risonanza magnetica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Inline
Inline