Che cos’è l’Osso di d’Ishango?


Che cos’è l’Osso di d’Ishango?

Osso di Ishango
Che cos’è l’Osso di d’Ishango?

Si tratta di un reperto archeologico che costituisce una delle prime testimonianze in assoluto delle conoscenze matematiche da parte dell’essere umano. Risale a 20 mila anni fa ed è stato trovato in un sito preistorico sul lago Edoardo tra Congo e Uganda.

È un manico d’osso che presenta incisioni su tre righe. Il fatto straordinario che lo distingue da altri antichi reperti che riportano tacche incise è il fatto che in questo osso esse sono radunate per gruppi che mostrano di avere un senso logico, anzi aritmetico.



Infatti la prima riga riporta gruppi di rispettivamente 9,19, 21 e 11 incisioni, che danno una somma di 60; 60 è il totale anche delle tacche della seconda riga, che sono 19, 17, 13 e 11; la terza riga riporta gruppi più piccoli (7, 5, 5, 10, 8, 4, 6, 3) che insieme si fermano a 48.

Gli esperti sono abbastanza concordi sul fatto che il raggruppamento non sia casuale e che quindi l’osso – che oggi si trova al Museo di Bruxelles – esprima un senso matematico definito. Ma non c’è altrettanta concordia sulle funzioni delle tacche, se si tratti di operazioni aritmetiche, di calcoli di fasi lunari o di festività.

Osso Ishango, Ishango, reperto archeologico, lago Edoardo, matematica Osso Ishango, cos’è l’osso di Ishango.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Inline
Inline