Perché una statuetta nel museo egizio di Manchester si muoveva da sola?

Perché una statuetta nel museo egizio di Manchester si muoveva da sola?


Perché una statuetta nel museo egizio di Manchester si muoveva da sola?

La statuetta che gira da sola al museo di Manchester
Perché una statuetta nel museo egizio di Manchester si muoveva da sola?

Nel febbraio 2013, al museo di Manchester si è verificato un fenomeno insolito e inquietante. Una statuetta egizia alta 25 centimetri e risalente al 1800 a.C. ha iniziato a ruotare su se stessa di 180° ogni giorno, dentro la sua teca di vetro.

La statuetta si trovava nel museo da circa 80 anni e non era mai stato notato nulla fino a quel momento. Nel giugno dello stesso anno, il caso è stato documentato da una telecamera e il video montato in time-lapse, che ha fatto il giro del mondo, ha aiutato a formulare le prime ipotesi.



C’è chi ha immediatamente chiamato in causa la maledizione dei faraoni, ma in realtà, come aveva ipotizzato inizialmente Brian Cox, fisico alla Università di Manchester, la rotazione è dovuta alle vibrazioni causate dai visitatori e dall’intenso traffico nella strada adiacente.

A dimostrarlo definitivamente è stato un esperto di vibrazioni, Steve Gosling, che ha piazzato un sensore per registrare i movimenti 24 ore su 24. A conferma dell’ipotesi, i movimenti maggiori si verificavano negli orari di punta, in cui il traffico era più intenso, mentre cessavano del tutto di notte.

Inoltre, il motivo per cui gli altri reperti vicini restavano immobili era il fatto che la base convessa della statuetta la rendeva più suscettibile alle scosse.

Statuetta che si muove, statuetta museo Manchester, statuetta egizia che gira, maledizione dei faraoni, statuetta egizia che si gira.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*