Che differenza c’è tra un telescopio riflettore e uno rifrattore?


Che differenza c’è tra un telescopio riflettore e uno rifrattore?

Un telescopio bianco
Che differenza c’è tra un telescopio riflettore e uno rifrattore?

Il telescopio è uno strumento che raccoglie la luce proveniente da stelle e altri oggetti lontani, la focalizza in un punto e ne aumenta luminosità e la grandezza.

Esistono diversi  tipi di telescopi, ma quelli utilizzati amatorialmente dagli astrofili sono quelli ottici, che operano cioè nello spettro del visibile, e si dividono in due grandi gruppi: i rifrattoririflettori.





I primi, come suggerisce il nome, utilizzano lenti che sfruttano il fenomeno fisico della rifrazione, per cui i raggi luminosi vengono deviati quando passano attraverso una lente. I rifrattori sono costituiti da un tubo  alle cui estremità sono montati da un la lente e dall’altro un oculare. La luce attraversa la lente e viene scomposta, ricomposta e convogliata nell’oculare, da cui è possibile vedere l’immagine.

I riflettori invece sfruttano la riflessione e sono infatti costituiti da specchi. Tra i più usati vi sono i riflettori di tipo newtoniano, in cui vi sono due specchi. Quello più grande, detto primario, raccoglie la luce e la convoglia verso lo specchio secondario, più piccolo, che forma un angolo di 45° rispetto al primo. I raggi luminosi vengono così riflessi, deviati verso l’oculare e arrivano infine al nostro occhio.

Tipi di telescopi, tipologie di telescopi, riflettori e rifrattori, riflettore, rifrattore, rifrazione, riflessione, riflettori newtoniani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*