Chi ha inventato la prima chitarra elettrica?


Chi ha inventato la prima chitarra elettrica?

Chi ha inventato la prima chitarra elettrica?
Chi ha inventato la prima chitarra elettrica?

La chitarra elettrica è un tipo di chitarra in cui la vibrazione delle corde viene rilevata da uno o più pick-up, gli strumenti che trasformano le vibrazioni delle corde in segnali elettrici che vengono convogliati in un amplificatore acustico affinché il suono dello strumento sia reso udibile.

La prima chitarra dotata di pick-up elettromagnetico fu inventata dall’americano Adolph Rickenbacker nel 1931, adattando una chitarra hawaiana a sette corde. Per la sua forma con manico tozzo e corpo a padella venne detta appunto “padella” (frying pan).





La successiva evoluzione passò anche per l’Italia, quando nel 1937 Valentino Airoldi costruì la prima chitarra elettrica senza cassa armonica e amplificata da una normale radio: secondo alcuni, il semi-dimenticato tecnico telefonico di Galliate (Novara) è il vero inventore della chitarra elettrica, ma non seppe sfruttare l’idea.

All’americano Leo Fender, tecnico progettista di amplificatori, viene attribuita l’invenzione, nel 1948, della prima chitarrasolid body” cioè senza cassa di risonanza: la storica Telecaster, frutto di una ricerca iniziata nel 1943. Diversi anni dopo Airoldi.

Inventore chitarra elettrica, chi ha inventato la chitarra elettrica, la prima chitarra elettrica, nascita della chitarra elettrica, storia della chitarra elettrica, Adolph Rickenbacker, Valentino Airoldi, Leo Fender, inventore della chitarra elettrica, prima chitarra solid body.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*