Esistono allergie ai pollini anche in inverno?


Esistono allergie ai pollini anche in inverno?

Esistono allergie ai pollini anche in inverno?
Esistono allergie ai pollini anche in inverno?

I pollini non ci sono solo a primavera, e gli starnuti invernali non dipendono solo dal raffreddore. Cipresso, abete e mimosa producono pollini invernali che possono provocare allergie del
tutto analoghe a quelle delle stagioni più tiepide.





È una rivalutazione recente quella delle allergie fuori stagione. Per esempio gli effetti allergici del cipresso sono stati a lungo sottovalutati perché scatenano sintomi molto simili a quelli del raffreddore, che in questa stagione è comune. All’inizio il fastidio si manifesta con una sorta di congiuntivite, segue il raffreddore e può scatenarsi l’asma.

Il cipresso figura ormai al terzo posto nella classifica dei pollini più allergenici, e colpisce il 18 per cento delle persone con pollinosi, che sono un sesto degli italiani. La fioritura dei cipressi va da novembre ad aprile, mentre la mimosa fiorisce dopo Natale e può dare una pollinosi da vicinanza, con gravi riniti.

E un pericolo nascosto può venire anche da un vero albero di Natale: può trattenere particelle di polline d’abete, di pino o di altre varietà, che restano imprigionate tra i rami anche a causa degli spray lucidanti usati a Natale, scatenando reazioni di tipo respiratorio, come ha dimostrato uno studio scientifico condotto negli Stati Uniti.

Polline in inverno, allergie invernali, ci sono allergie invernali, pollini invernali, polline di abete, polline di mimosa, polline di cipresso, pollini in inverno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*