Esiste il punto G?


Esiste il punto G?

Esiste il punto G?
Esiste il punto G?

Tutti ne parlano, tutti lo cercano ma, a quanto pare, da trent’anni a questa parte, quando nacque il mito, nessuno l’ha mai trovato davvero. Una chimera dunque? Secondo la maggior parte degli studiosi sì. All’interno dell’organo sessuale femminile, infatti, non sono mai state rilevate aree di particolare innervazione che giustificherebbero una diversa e così intensa sensibilità erogena.

Il più grande studio sul tema, condotto alcuni anni fa da un team di ricercatori King’s College di Londra, ha testato ben 900 coppie di gemelle mono o eterozigoti, senza trovarne alcuna prova tantomeno nella parte anteriore della vagina dove, secondo i fautori di questa teoria, dovrebbe invece trovarsi il leggendario “punto G“.



Ma gli italiani sono più ottimisti: secondo Emanuele Jannini, sessuologo dell’Università dell’Aquila, alcune donne avrebbero una porzione di tessuto più spessa localizzata in un piccolo spazio tra uretra e vagina. È lui? Il mondo scientifico storce i naso; più probabile che “il punto del sole” come lo chiamavano gli antichi, sia solo una suggestione. Insomma che per alcune donne ci sia, sì, ma nella testa.

Punto G, punto G come trovarlo, punto G dove si trova, punto G cos’è, punto G come riconoscerlo, punto G dov’è, punto G donne, il punto G non esiste, punto G esiste o no, punto G esiste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*