Ci sono stati effetti del disastro nucleare di Fukushima sugli animali?


Ci sono stati effetti del disastro nucleare di Fukushima sugli animali?

Ci sono stati effetti del disastro nucleare di Fukushima sugli animali?
Ci sono stati effetti del disastro nucleare di Fukushima sugli animali?

Vegetali deformi e contaminati, radioattività elevata in mare sino alle coste della California e aumento di patologie cancerogene, sono questi alcuni degli effetti del disastro nucleare di Fukushima del 2011.E molti altri saranno evidenti solo con il tempo.



Nei giorni successivi all’incidente, piante e animali sono stati esposti a dosi giornaliere da 100 fino a diverse migliaia di volte maggiori rispetto alla soglia di sicurezza. Ogni organismo ha assorbito radioisotopi in base alle sue casi già accertati ci sono i tonni pinna blu radioattivi, pescati al largo della California, e analizzati dall’Università di Stanford nel 2012 e nel 2013, che hanno mantenuto elevato il grado di contaminazione anche a distanza di un anno.

Recentemente, inoltre, è stato pubblicato uno studio sugli effetti dell’incidente nucleare sulle farfalle della specie Pseudozizeeria maha provenienti dell’area di Fukushima. Gli scienziati hanno verificato che il 12 per cento delle farfalle esaminate presenta anomalie o mutazioni nel colore o nella struttura e dimensioni delle ali, molte delle quali nocive, e che nel corso delle generazioni successive il tasso di mutazione nella prole saliva al 52 per cento, aumentando i casi di mortalità prima del raggiungimento dell’età adulta.

Fukushima animali Fukushima piante, Fukushima radiazioni, Fukushima mutazioni, Fukushima farfalle mutanti, tonno Fukushima, tonno pinna blu, Pseudozizeeria maha.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*